Tornare ad Amarok 1.4 in (K)ubuntu Jaunty

Dopo l’aggiornamento a Jaunty (eseguito senza il minimo problema sia sul fisso che sul portatile) mi sono trovato con Amarok 2, che a mio avviso non è assolutamente pronto per l’utilizzo quotidiano. Almeno non per il mio utilizzo quotidiano.

Amarok

Trovo la versione 1.4 quasi perfetta, non ha nessun problema a fare quello che mi serve: gestione della mia libreria (~30 GB), gestione del mio iPod Nano, gestione dei podcast con relativa sincronizzazione con l’iPod, ascolto delle radio online.

Al di là delle considerazioni personali su Amarok 2, ecco le istruzioni pratiche per rimuovere la versione 2 e reinstallare la 1.4 da un comodo PPA:

sudo apt-get remove amarok-common
echo 'deb http://ppa.launchpad.net/bogdanb/ppa/ubuntu jaunty main' | sudo tee -a /etc/apt/sources.list
sudo apt-get update
sudo apt-get install amarok14

Tutto qui!

Nuovo schermo

Dopo l’inaspettato decesso dello schermo CRT del computer che ho in montagna (un ultrapotente P3 800 Mhz – 256 Mb di RAM), sono stato costretto a comprare uno schermo nuovo per il computer principale e a traslocare quello vecchio al supercomputer. La scelta è ricaduta sul Fujitsu-Siemens Amilo L 3220T, un 22″ widescreen dalla ragguardevole risoluzione di 1920×1080, Full HD quindi.

Il prezzo? 156 euro compresa spedizione e pagamento in contrassegno, dal sito di MediaWorld.

Sfido chiunque a fare una foto decente ad uno schermo acceso
Sfido chiunque a fare una foto decente ad uno schermo acceso

Il difetto più grosso dello schermo è l’assenza della porta DVI, ma per me non è un problema, la VGA basta e avanza. Uno schermo del genere ha suscitato in me lo spasmodico desiderio di avere uno sfondo adeguato (quella qui sopra è una foto fatta quest’estate, se qualcuno la vuole la potrà ricevere a 14 megapixel 😀 ).

Continue reading

iPod Nano 8Gb: affare! Ma anche no.

Giovedì 4 settembre ho comprato su youbuy.it un iPod Nano 3G da 8 Gb a 146 euro, a fronte di un prezzo di listino di 189 euro. In più, grazie agli “YouPointZ” ho ottenuto in regalo una chiavetta da 4Gb, e non ho pagato la spedizione perché l’importo era superiore a 140 euro, o qualcosa del genere.

Il mio iPod Nano 3G da 8 Gb
Il mio iPod Nano 3G da 8 Gb appena uscito dalla scatola

Fino a martedì 9 è stato un affare, poi l’amico Steve ha presentato la quarta generazione dell’iPod Nano, che introduce alcune (poche) migliorie, ma riduce notevolmente i prezzi: 139 euro per la versione 8 Gb e 189 per quella da 16, che avrei preso io. Le altre novità sono il ritorno alla forma allungata (io sinceramente preferisco quella del 3G, tozza e bassa), la rotazione di 90 gradi del display (anche in questo caso 320×240 illuminato a LED, davvero di ottima qualità), accelerometro per rilevare la posizione dell’iPod e per fare qualche altra pacchianata, comandi di volume e tracce riportati sugli auricolari. Ah, e il peso è passato da 50 a 32 grammi (!).

Stando alla mera estetica, sono soddisfatto del mio acquisto, mi piace molto più del nuovo, ma l’avrei sacrificata sull’altare dei 16 Gb, anche se a dir la verità, selezionando un minimo la musica da trasferire sull’iPod, non riempio nemmeno i miei 8. Tutto il contrario di quello che facevo sul vecchio Zen Touch da 20 Gb, pieno di musica mai ascoltata.

Continue reading

SongLogger per AmaroK

Oggi, immerso nel cazzeggio più totale, mi è venuta la brillante idea di scrivere uno scriptino che loggasse tutte le canzoni ascoltate con AmaroK.

Logo di AmaroK

Con l’estrema fantasia che mi contraddistingue, ho deciso di chiamarlo SongLogger. Se a qualcuno interessasse, lo può trovare qui, l’ho postato su Kde-Apps.org, sezione AmaroK Scripts.

Sono tornato

Sono stato parecchio tempo senza scrivere, a causa di una pigrizia senza precedenti.

Vuoto. Punto.
Fig. 1: quello che avevo voglia di fare ultimamente…
EDIT: Scusa Piplos, mi accorgo solo che ho usato la tua stessa immagine

Pare che stia un po’ diminuendo, ma non è ancora sparita. Cercherò di curarmi scrivendo un po’ su quello che mi è successo in questo periodo. Se sei uno di quelli che, come me, è poco interessato dai post personali lascia perdere, ti stuferesti a leggere questo.

Dunque, prima di tutto sono diventato quasi-ricco a vendere su eBay gli adesivi che ho preso all’EICMA di Milano di quest’anno. Finora ho raggranellato poco più di 20 euro lordi, senza tariffe e commissioni varie. Devo arrivare a 36 euro effettivi per ripagarmi il viaggio, anche se valeva la pena di andare anche senza ricavare niente in termini economici, la passione per le moto vale di più.

Poi ho montato un portatarga UFO perfettamente a norma sulla moto:

Il mio bel portatarga

Tralasciamo quanto è pittoresco il garage e quanto è lercia la moto

Ci ho messo tre ore a montarlo, perché era tutto da adattare. Visto che non mi andava di bucare la targa in centro (il portatarga è più stretto dei lei) ho sventrato una vecchia Velux per ricavarne un lamierino delle stesse dimensioni. Dopo aver (con fatica) fatto i buchi nel punto giusto per far passare quelle viti che si vedono nella foto sopra il codino, ho attaccato il lamierino al portatarga con 2 bei bulloni e la targa al lamierino con quattro rivetti, non prima di aver fatto una fatica infame per rompere quelli che la attaccavano all’orrendo portatarga di serie (che la Hebo vende anche aftermarket… ma perfavore…). Ah, le frecce sono omologate, almeno loro.

Ieri, invece, dopo aver costruito questa avanzatissima antenna artigianale, ho fatto un collegamento da 432 metri con il mio modestissimo Hamlet HNWS-254, che prometteva 300 metri all’aperto. Il segnale era del 57% secondo il portatile, abbastanza per connettersi a 36 Mbps all’access point. Devo ammettere che le condizioni erano ideali: visibilità perfetta tra i due punti e un po’ dislivello. Qui sotto la vista da Google Earth:

432 metri!

Clicca per ingrandire

Basta, non è successo altro di rilevante.

Se hai finito di leggere il post, complimenti, hai una bella pazienza!

P.S.: La canzone adeguata a questo periodo è Un mondo per noi due di Gigi d’Agostino, che comincia con

A volte io mi perdo,
però poi torno qui
scrivo un’altra storia
che mi accompagnerà
[… continua …]

Crisi della discografia

Questo post non c’entra molto con gli argomenti che sono solito trattare su LuBlog, ma ritengo opportuno scriverlo comunque.

Girellando sul web mi sono imbattuto in un pezzo di una intervista fatta a Gigi d’Agostino, senza dubbio il mio Dj preferito.

D Pensi che gli mp3 siano davvero la causa principale della crisi che attanaglia la discografia ?
R La crisi che attanaglia la discografia nasce dal blocco renale provocato dall’ascolto di certe composizioni musicali che rincorrono solo ed esclusivamente l’euro e il dollaro. Vedi…se una persona vuole aprire un ristorante per emozionare il pubblico e guadagnare ovviamente anche dei soldi…quella persona si preoccuperà di far sentire i gusti più violenti che uno possa mai aver assaporato… viceversa se una persona vuole aprire un ristorante “solo” per guadagnare si preoccuperà di trovare la carne che costa meno…la frutta che costa meno…il vino che costa meno…a prescindere dal “gusto”…però magari spenderà molti soldi nel pubblicizzare il “marchio”. Insomma secondo me si fa troppa Musica “a misura di classifica”…le classifiche sono “importantissime”…se SONO GESTITE DAL PUBBLICO…se il mercato vuole vedere una ripresa…deve rincorrere il fascino…il dollaro si muoverà di conseguenza…tu spenderesti dei soldi per una cosa che non ti affascina per niente…??? Di sicuro no…e allora perchè dovrebbero farlo gli altri…

Gigi d’Agostino

Linux MultiMedia Studio, per gli amici LMMS

Ho trovato per caso su Kde-Apps questo favoloso programma famusica in QT: Linux MultiMedia Studio, davvero facile da usare, una volta compreso il meccanismo. Io non sono un musicista, quindi non riesco a sfruttarlo appieno, ma è molto interessante.

LMMS: Linux MultiMedia Studio

LMMS in azione: cosa avrò mai creato?

Come molte applicazioni simili per Windows (leggasi Magix Music Maker, Fruity Loops…) è semplice partire da pochi e semplici suoni e creare melodie anche complesse.

Continue reading

Lento Violento e altre storie

Questo CD di Gigi d’Agostino è veramente spettacolare, consiglio a tutti gli amanti del genere di comprarlo!

Lento Violento e altre storie

La copertina del CD, clicca per ingrandire

È un doppio CD, con ben 35 tracce una più bella dell’altra e alla Fnac costa 20,60 €, ma sono soldi decisamente ben spesi.

Ecco l’elenco completo delle canzoni:

Continue reading

Lo sbaglio

Lo sbaglio di GG Dag (cioè Gigi d’Agostino) è davvero fantastico, ecco il testo:
Artista: Gigi d’Agostino
Titolo: LO SBAGLIO

certi problemi non sono un dramma
perchè è la vita che li programma
e questa vita
mi ha messo in vita
forse quel giorno era impazzita

certi problemi non sono un dramma
perchè è la vita che li programma
e se lo fa sa quel che fa
e chi lo sa quand’è che sbaglia
quando ci dona quando ci toglie
e chi lo sa quand’è che sbaglio
quando son solo o con mia moglie
e chi lo sa quand’è che è meglio
se per capire cosè uno sbaglio
nessuno sa qual’e la soglia
per poter dire diamoci un taglio
chi lo sa se darci un taglio
non sia frutto del prorpio orgoglio
non so più qual’è il mio meglio
se non si scioglie questo groviglio

certi problemi non sono un dramma
perchè è la vita che li programma
e se lo fa sa quel che fa
e chi lo sa quand’è che sbaglia
quando ci dona quando ci toglie
e chi lo sa quand’è che sbaglio
quando son solo o con mia moglie
e chi lo sa quand’è che è meglio
se per capire cosè uno sbaglio
nessuno sa qual’e la soglia
per poter dire diamoci un taglio
chi lo sa se darci un taglio
non sia frutto del prorpio orgoglio
non so più qual’è il mio meglio
se non si scioglie questo groviglio

non so più qual’è il mio meglio
se non si scioglie questo groviglio

tutta apparenza un solo abbaglio
non c’è canzone senza uno sbaglio