Crisi della discografia

Questo post non c’entra molto con gli argomenti che sono solito trattare su LuBlog, ma ritengo opportuno scriverlo comunque.

Girellando sul web mi sono imbattuto in un pezzo di una intervista fatta a Gigi d’Agostino, senza dubbio il mio Dj preferito.

D Pensi che gli mp3 siano davvero la causa principale della crisi che attanaglia la discografia ?
R La crisi che attanaglia la discografia nasce dal blocco renale provocato dall’ascolto di certe composizioni musicali che rincorrono solo ed esclusivamente l’euro e il dollaro. Vedi…se una persona vuole aprire un ristorante per emozionare il pubblico e guadagnare ovviamente anche dei soldi…quella persona si preoccuperà di far sentire i gusti più violenti che uno possa mai aver assaporato… viceversa se una persona vuole aprire un ristorante “solo” per guadagnare si preoccuperà di trovare la carne che costa meno…la frutta che costa meno…il vino che costa meno…a prescindere dal “gusto”…però magari spenderà molti soldi nel pubblicizzare il “marchio”. Insomma secondo me si fa troppa Musica “a misura di classifica”…le classifiche sono “importantissime”…se SONO GESTITE DAL PUBBLICO…se il mercato vuole vedere una ripresa…deve rincorrere il fascino…il dollaro si muoverà di conseguenza…tu spenderesti dei soldi per una cosa che non ti affascina per niente…??? Di sicuro no…e allora perchè dovrebbero farlo gli altri…

Gigi d’Agostino

2 thoughts on “Crisi della discografia

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *