iPod Nano 8Gb: affare! Ma anche no.

Giovedì 4 settembre ho comprato su youbuy.it un iPod Nano 3G da 8 Gb a 146 euro, a fronte di un prezzo di listino di 189 euro. In più, grazie agli “YouPointZ” ho ottenuto in regalo una chiavetta da 4Gb, e non ho pagato la spedizione perché l’importo era superiore a 140 euro, o qualcosa del genere.

Il mio iPod Nano 3G da 8 Gb
Il mio iPod Nano 3G da 8 Gb appena uscito dalla scatola

Fino a martedì 9 è stato un affare, poi l’amico Steve ha presentato la quarta generazione dell’iPod Nano, che introduce alcune (poche) migliorie, ma riduce notevolmente i prezzi: 139 euro per la versione 8 Gb e 189 per quella da 16, che avrei preso io. Le altre novità sono il ritorno alla forma allungata (io sinceramente preferisco quella del 3G, tozza e bassa), la rotazione di 90 gradi del display (anche in questo caso 320×240 illuminato a LED, davvero di ottima qualità), accelerometro per rilevare la posizione dell’iPod e per fare qualche altra pacchianata, comandi di volume e tracce riportati sugli auricolari. Ah, e il peso è passato da 50 a 32 grammi (!).

Stando alla mera estetica, sono soddisfatto del mio acquisto, mi piace molto più del nuovo, ma l’avrei sacrificata sull’altare dei 16 Gb, anche se a dir la verità, selezionando un minimo la musica da trasferire sull’iPod, non riempio nemmeno i miei 8. Tutto il contrario di quello che facevo sul vecchio Zen Touch da 20 Gb, pieno di musica mai ascoltata.

Tornando a parlare del 3G che ho comprato, mi piace molto il display, veramente nitido anche in pieno sole. Ottima anche la qualità dei video (Mp4, H264 per il video e AAC per l’audio, convertiti con mencoder).

A proposito di video, ne approfitto per pubblicizzare un servizio che ho lanciato sul mio sito, cui ho dato un nome che ne spiega perfettamente la funzione: YouTube to iPod. È sufficiente inserire l’URL del video che interessa e in pochi secondi sarà possibile scaricare il video desiderato già in Mp4, quindi senza necessità di ulteriori conversioni per poter essere trasferito sull’iPod.

Ottima come tradizione Apple (per lo meno per quanto riesco a capirne io) la qualità dell’audio.

Simpatici anche i giochi inclusi, iQuiz (quiz sulla propria musica, o di musica in generale, sui film e di un altro tipo che in questo momento non ricordo), Klondike (gioco di carte molto interessante, lo stesso che si trova in “Card Deck”, gioco  installato in molti Nokia Symbian come il mio N70) e un gioco in stile Araknoid di cui non ricordo il nome e che non mi piace molto.

Comoda la possibilità di inserire delle “note”, cioè semplici file di testo/XML che possono essere letti (cavandosi gli occhi) direttamente dall’iPod.

Bello da vedere, quanto inutile, il Cover Flow, a patto di aver inserito le copertine per tutti gli album, come ho fatto io.

Per quanto riguarda il rapporto Linux-iPod non c’è di che lamentarsi, AmaroK funziona veramente bene, è mille volte meglio di iTunes, e gestisce bene musica, video e podcast. L’unico problema l’ho riscontrato quando ho collegato per la prima volta l’iPod al computer, con la conseguente necessità di creare la libereria. AmaroK diceva di esserci riuscito, ma l’iPod si bloccava poco dopo l’accensione. Mi è toccato andare da Windows e subire iTunes (e i suoi 60 Mb di download), per caricare qualche canzone. In compenso ho potuto aggiornare il firmware all’ultima versione, anche se non ho idea di quali migliorie siano state apportate.

Chiudo questo post troppo lungo con la mia personale interpretazione sull’annosa questione: l’iPod costa caro solo perché è Apple ed ha un bel design. Vero, ma qualche concessione al look posso anche farla, una volta ogni tanto. Però non posso negare che sia davvero bello esteticamente e pratico da usare, l’unica cosa che manca è la possibilità di creare playlist direttamente sul dispositivo, senza necessariamente doverle salvare. Quando può servire questa funzione? Semplice: hai due album nuovi e non vuoi ascoltarli uno alla volta per intero, quindi li aggiungi entrambi alla playlist e la riproduci in random.

Grazie mille a Fabricio che nel suo utilissimo commento mi ha segnalato come fare a creare le playlist “al volo”: si selezionano le canzoni desiderate navigando normalmente per l’iPod e tenendo premuto il tasto centrale fino a quando il brano selezionato non lampegga; terminata la procedura si trova la playlist “On-the-go” nel menu playlist con le canzoni selezionate.

8 thoughts on “iPod Nano 8Gb: affare! Ma anche no.

  1. Ciao. Volevo dirti che con l’ipod puoi crearti la playlist al volo, basta che scegli ad esempio la canzone e tieni premuto il pulsante in mezzo finche la canzone non lampeggia.. Poi continui cosi con le altre canzoni o con album o artisti interi finché vai al menu Playlist e te la trovi li. Ciao ciao.

  2. Wow, grazie!!
    L’hanno nascosta davvero bene quella funzione.
    Ho visto, dopo aver letto il tuo prezioso commento, che se la playlist “On-the-go” è vuota ti viene spiegata la procedura quando tenti di selezionarla, ma non è certo una funzione di utilizzo immediato come tutte le altre.

  3. questo post vi sembrerà stupido…ma io ho delle serie difficoltà a scaricare musica da iTunes sul mio iPod 3G!!!non riesce ad aiutarmi nessuno.. anche quelli che già lo hanno..sono venuti da me ma non sono riusciti a risolvere niente!!Ho provato in tutti i modi ..ma sono disperata!…vi prego aiutatemi …

  4. ill mio probelma è chenon sono capace a mettermi la musica sull’ipod

  5. io sono dispera perchè giovedi parto e non ho canzoni sull’ipod
    e volevo averne qualcuna

  6. emma per mettere la cenzoni da itunes all’ipod devi trascinare le canzoni sul disegno del tuo ipod e in poco dempo il gioco è fatto
    vedrai ce questa volta nn fallirai
    saluti lety

  7. E’ proprio vero, l’ipod è davvero un bell’aggeggio, ma anche io ho un problema… Non capisco come si fa a caricare documenti (doc e txt) sull’ipod nano (il mio è da 8GB)

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *