Un NSLU2, mille usi

Avevo già annunciato nello scorso post che avrei descritto gli scopi per i quali uso il mio fidato NSLU2, quindi mantengo la promessa.

NSLU2
L’NSLU2 nasce come NAS, cioè un dispositivo in grado di rendere disponibili sulla LAN due dischi fissi/chiavette USB. È un dispositivo basato su Linux, quindi Linksys ha rilasciato i sorgenti del firmware e da questi è nato il progetto Unslung, che mantiene l’interfaccia web originale e aggiunge alcune funzioni, come la possibilità di installare dei programmi aggiuntivi presi dai repository Optware.

Continue reading

Basi di shell per usare la Fonera

Già da qualche giorno stavo pensando a chi desidera smanettare con la Fonera ma non è abituato alla shell, vuoi perché usa Windows, vuoi perché non gli/le piace.

La Fonera

In questa micro-guida spiegherò l’uso dei comandi di base da utilizzare nella Fonera, validi comunque in qualsiasi altra macchina *nix.

Continue reading

Stato della Fonera in un’immagine

Avete visto l’avanzatissima immagine nella sidebar che da un paio di mesi mostra lo stato della mia Fonera? No?! Vabbè, la posto anche qui sotto, per i pigri come me.

Stato della mia Fonera

Ebbene, è ora online un servizio sul mio sito, Tuttoeniente, che vi permette di crearne una in maniera del tutto automatizzata, l’unico requisito è avere la porta SSH aperta. Per utilizzare il servizio, basta utilizzare la procedura guidata che trovate nell’apposita sezione del sito. Se qualche punto non è chiaro basta chiedere, così rendere la spiegazione più chiara per tutti.

Fonera #4: eliminare “wifi0: stuck beacon; resetting (bmiss count 4)”

Anche voi vi siete imbattuti, come me, nel famigerato “wifi0: stuck beacon; resetting (bmiss count 4)” ripetuto all’infinito nell’output di dmesg? La soluzione c’è, ma non è del tutto indolore.

wifi0: stuck beacon: la soluzione

Il problema è dovuto ad un bug presente nei driver per il chipset Atheros dell’interfaccia wireless della Fonera, il quale si manifesta, in particolare, in presenza di altri apparati senza fili, quali altri access point oppure trasmettitori audio video. Per la cronaca, io ho entrambi questi dispositivi, quindi il famigerato errore mi ha sempre accompagnato, e nemmeno la classica soluzione di impostare la rete sul canale 11 ha risolto il problema. Questo bug è stato risolto nelle versioni più recenti di madwifi, ma nella Fonera è presente solo una vecchia versione.

Come sempre, bisogna poter accedere via SSH, ma la procedura non è difficoltosa, bisogna solo editare 2 file, allo scopo di attivare l’interfaccia wireless solo in modalità “b” che pare essere esente dal problema, ma limita a 11 Mbps la velocità massima teorica della rete. Nessun problema per la condivisione di internet (se siete i fortunati possessori di una linea più veloce, sappiate che ai vostri “ospiti” non dispiacerà affatto di doversi accontentare di soli 11 mega…), ma è molto fastidiosa nel caso usiate la Fonera per creare la vostra LAN casalinga, nella quale quasi sempre i 23 mega effettivi del wireless in modalità “g” sono pochi.

Continue reading

Fonera #3: Cercare le reti a portata

Per scadente che sia, la Fonera ha sempre un’antenna esterna da 2 dB, o meglio ancora la Fontenna, quindi può essere utile utilizzarla per vedere quali/quante reti sono a portata.

Fonera

È abbastanza semplice, a patto di avere la porta SSH aperta. Dopo essersi connessi via SSH basta lanciare, nell’ordine:

wlanconfig ath2 create wlandev wifi0 wlanmode sta nosbeacon
ifconfig ath2 up
iwlist ath2 scanning

Continue reading

Fonera #2: abilitare l’interfaccia web dalla LAN

Fonera

Come opzione predefinita non è possibile accedere all’interfaccia web della Fonera tramite un altro PC connesso alla LAN in cui è presente anche la Fonera. Dopo aver abilitato SSH, sono sufficienti due semplici passaggi, ovviamente dopo essersi connessi:

  • Inserire in /etc/firewall.user le seguenti righe (usiamo VI per editare: vi /etc/firewall.user)

# Apriamo la porta 80 sulla LAN
iptables -t nat -A prerouting_rule -i $WAN -p tcp –dport 80 -j ACCEPT
iptables -A input_rule -i $WAN -p tcp –dport 80 -j ACCEPT

  • /etc/init.d/S45firewall restart per riavviare il firewall e applicare la modifica

Adesso basta connettersi alla propria LAN (anche in wireless, se avete un router + access point) e puntare il browser verso l’IP assegnato alla Fonera, nel mio caso 192.168.1.200

Giocare con la Fonera #1

Apro con questo post una piccola serie di giochetti più o meno utili da fare con la vostra Fonera (ovviamente con SSH abilitato). Ovviamente la serie è totalmente aperiodica.

Avete presente quelle scritte che appaiono dopo aver fatto il login via SSH? Sono un po’ tristi… Ecco come appaiono prima e dopo la cura:

Prima della cura Dopo la cura
Lo so, non è molto meglio di prima, ci vorrebbe un po’ di fantasia…

Come fare? Semplice! Basta editare il file /etc/banner con l’editor incluso, vi. Per chi non lo avesse mai usato ecco alcune semplici istruzioni:

  • Appena aperto un file si può solo scorrere, premere il tasto I per entrare in modalità “editing”
  • Usare solo backspace per cancellare, non canc
  • Premere ESC per uscire dalla modalità “editing”
  • In modalità “standard” digitare:
    • :w per salvare il file
    • :wq per salvare ed uscire
    • :q! per uscire senza salvare

Abilitare SSH sulla Fonera con firmware 0.7.2 r3

La Fonera è il social router distribuito da Movimiento FON, e da ieri sono il felice possessore di uno di questi aggeggini.

La fonera in tutto il suo splendore

In realtà l’antenna è bianca…

Questo simpatico scatolotto (è più piccolo di una mano) è basato su linux (Kernel 2.4.32) e sul firmware OpenWrt, rivisto e corretto da FON. Purtroppo, però, non è possibile accedere via SSH, e bisogna procedere ad un hack più o meno complesso a seconda della versione firmware che è installato sulla Fonera. Io ero lo sfortunato possessore di un esemplare con firmware 0.7.2 r3, resistente agli attacchi usati in precedenza, in particolare quelli descritti in questo post del blog di Paolo Gatti. Questo, in pratica, redirigeva le richieste DNS della Fonera ad un altro server, 88.198.165.155, che è stato appositamente studiato per riportare la Fonera al firmware 0.7.1 r1, attaccabile tramite una code-injection.

Continue reading