Usare il GRUB esistente per bootare un hard disk esterno

eri ho ritirato l’hard disk esterno LaCie “Design by Neil Poulton” (molto fashion, come amano dire fin troppe persone) fa 500 Gb e ho pensato di fare una partizione da 10 giga solo per testare le varie distribuzioni che mi capitano tra le mani.

Hard disk

Il problema era GRUB, perché, se lo avessi installato nella suddetta partizione, avrei potuto fare il boot solo con il disco collegato e acceso, cosa che non accadrà spesso, infatti sono in attesa del Linksys NSLU2 che ho comprato su eBay (dall’America a 70 dollari compresa spedizione, un vero affare). L’NSLU2 è davvero un bel giocattolo con Linux dentro, quindi vi lascio immaginare quanti usi può avere, per farvi un’idea c’è questo interessantissimo sito.

Tornando all’argomento di questo post, ecco come fare ad usare il GRUB che abbiamo già installato nel nostro computer per bootare una distro installata sul disco fisso esterno.

Continue reading

Ubuntu Hardy è arrivata

Probabilmente non c’è nessunissimo bisogno di dirlo, ma poco fa è stata finalmente rilasciata Ubuntu 8.04 Hardy Heron.

Ubuntu

In un certo senso mi dispiace, perché gli aggiornamenti non saranno più così frequenti, dato che è una stable. Non vedo l’ora di buttarmi su Intrepid Ibex!

Ho notato che i mirror ufficiali sono parecchio sovraccarichi, quindi scaricate pure l’immagine ISO dal mio server.

Voglio una vita spericolata

Come Vasco Rossi, anche a me piace vivere una vita spericolata, ma in fatto di sistemi operativi. Come saprete, già il lontano 5 febbraio ho aggiornato a Kubuntu Hardy, e fin’ora non avevo avuto grossi problemi. Fin’ora.

 Kubuntu & libc6

Tra i vari aggiornamenti di oggi (i soliti 100+ Mb) c’era libc6… vabbè, aggiorno. Compaiono scritte di debug poco incoraggianti nella shell da cui avevo lanciato adept_updater. Non riesco aprire una shell funzionante. Benone…

Riavvio, chissà mai che non torni tutto a posto. E invece la realtà è che non funziona niente, nemmeno in recovery mode. A quanto pare libc6 è molto importante, e il pacchetto era danneggiato, quindi un sacco di programmi (bash e sudo in primis) non funzionavano.

Tra i vari errori spiccavano

malloc: ../bash/subst.c:3472: assertion botched

e

*** glibc detected *** sudo: free(): invalid pointer: 0xb7fabb70 ***

Ho avviato con il cd di Kubuntu Gutsy, ho provato a montare la partizione di Hardy in /hardy (sudo mkdir /hardy; sudo mount /dev/hda6 /hardy) e quindi ho provato a chrottarmici dentro (sudo chroot /hardy), l’unico risultato che ho ottenuto è un errore che non ricordo e non voglio ricordare. Con una leggera apprensione ho cominciato a cercare su internet.

Continue reading

Hardy: Kernel 2.6.24-8 e driver nVidia

Oggi ho dato il sudo aptitude upgrade quotidiano, oggi bello corposo (quasi 300 mega) per via dell’aggiornamento a KDE 3.5.9, e riavvio. Puff! X non ne vuole sapere di partire.

Kubuntu Hardy, kernel 2.6.24-8 & driver nVidia

Dopo essere passato ai driver vesa, per poter avviare il server grafico, scopro l’inghippo: non è stato installato il pacchetto linux-restricted-modules-2.6.24-8-generic, che è fondamentale perché coniene il modulo del kernel per i driver proprietari nVidia. Al riavvio successivo nessun problema.

Continue reading

Aggiornamento ad Hardy: missione compiuta!

L’aggiornamento a Kubuntu Hardy è perfettamente riuscito! E questa volta sapevo già come risolvere i problemi iniziali.

Aggiornamento ad Hardy riuscito!

Il problema, come per l’aggiornamento a Gutsy, era che il kernel di default è un -386, il quale non digerisce la mia scheda wireless (Intel Pro Wireless 3945 a/b/g), malgrado il passaggio ai driver open iwl (consiglio di leggere questo ottimo articolo di Divilinux), ma questa volta, al contrario della precedente, almeno non ha dato problemi con i driver nVidia né con la scheda audio Intel HDA.

La soluzione è semplice: rimuovere il pacchetto linux-image-2.6.24-7-386 e installare linux-image-2.6.24-7-generic, controllando per sicurezza che venga installato linux-restricted-modules-2.6.24-7-generic. Una semplice modifica a /boot/grub/menu.lst per fare un po’ di pulizia e tutto torna a posto: it’s hardy time guys!

Aggiornamento a Kubuntu Hardy

Come al solito non resisto, mi faccio prendere dalla frenesia dell’aggiornamento…

Non ce l’ho fatta ad attendere fino al 29 aprile, e ho cominciato l’aggiornamento a Kubuntu Hardy, tutt’ora in corso.

Aggiornamento in corso...
Che velocità triste, e pensare che è un buon momento per la mia linea… -.-

Dopo aver cambiato il mio /etc/apt/sources.list (in pratica sostituendo tutte le occorenze di “gutsy” con “hardy”, per i più pigri qui c’è un sources.list già pronto…) e lanciato sudo aptitude update ho inserito il famoso quanto temuto

sudo aptitude dist-upgrade

L’ammontare dei downoad è di appena 1275 Mb, che comunque sono scaricabili in meno di due ore perfino dalla mia triste linea. Quando l’aggiornamento sarà finito vi farò sapere.