Voglio una vita spericolata

Come Vasco Rossi, anche a me piace vivere una vita spericolata, ma in fatto di sistemi operativi. Come saprete, già il lontano 5 febbraio ho aggiornato a Kubuntu Hardy, e fin’ora non avevo avuto grossi problemi. Fin’ora.

 Kubuntu & libc6

Tra i vari aggiornamenti di oggi (i soliti 100+ Mb) c’era libc6… vabbè, aggiorno. Compaiono scritte di debug poco incoraggianti nella shell da cui avevo lanciato adept_updater. Non riesco aprire una shell funzionante. Benone…

Riavvio, chissà mai che non torni tutto a posto. E invece la realtà è che non funziona niente, nemmeno in recovery mode. A quanto pare libc6 è molto importante, e il pacchetto era danneggiato, quindi un sacco di programmi (bash e sudo in primis) non funzionavano.

Tra i vari errori spiccavano

malloc: ../bash/subst.c:3472: assertion botched

e

*** glibc detected *** sudo: free(): invalid pointer: 0xb7fabb70 ***

Ho avviato con il cd di Kubuntu Gutsy, ho provato a montare la partizione di Hardy in /hardy (sudo mkdir /hardy; sudo mount /dev/hda6 /hardy) e quindi ho provato a chrottarmici dentro (sudo chroot /hardy), l’unico risultato che ho ottenuto è un errore che non ricordo e non voglio ricordare. Con una leggera apprensione ho cominciato a cercare su internet.

Ho trovato un lunghissimo thread che ne parlava su ubuntuforums.org, che rimandava ad una segnalazione del bag su launchpad.net. Da queste due fonti sono riuscito ad estrapolare una soluzione: copiare (almeno in parte) libc6 “sano” in modo da potermi chrottare e installare un pacchetto “sano”.

sudo cp –parents `dpkg -L libc6 | xargs` /hardy/
sudo chroot /hardy
sudo aptitude update
sudo aptitude install libc6

Fortunatamente era già stata messa nei repository una versione aggiornata, in sostituzione della famigerata 2.7-9ubuntu1, che ha causato distruzione in giro per il mondo.

Insomma, ho scelto una versione di sviluppo, inconvenienti come questi ci stanno. “Hai voluto la bicicletta, ora pedala“.

9 pensieri su “Voglio una vita spericolata

  1. Pure a me! Fino all’anno scorso c’era un problema di dipendenze dietro l’altro e ogni tanto partiva questa o quell’applicazione… da mesi invece è tutto perfetto (ad esclusione di un piccolo problema nell’aggiornameno di openoffice, non so se è capitato anche a te)..

    Cosa facciamo? dist-upgradiamo a experimental? =D

  2. eheh proprio le glibc, accannano quelle di pure ciao ciao a tutto il tuo bel sistema, come hai potuto vedere.
    Incovenienti, come hai detto, a chi sceglie versioni di sviluppo 🙂
    @[email protected]: e ti lamenti ? Usi rolling release a tavoletta (sid, arch) e non hai ancora visto un problema 🙂

  3. Che masochisti! Io preferisco la mia etch stabile come una roccia… così dormo sonni tranquilli sapendo i miei dati al sicuro (con backup regolari ovviamente…)

  4. @ Lazza:
    Certo! In poche ore il problema ha sterminato centinaia di computer, ma in poche ore è stato risolto tutto. Te lo immagini un problema del genere con windows? In meno di 3 mesi l’avrebbero sicuramente risolto 😛

    @ [email protected]:
    Che culo!! Sei anche uno dei pochi fortunati a poter provare in anteprima Firefox 5.0.0.25 😛

    @ Luca:
    È banale, io direi anche di appendere il computer con uno spago fuori dalla finestra 😀

    @ LuNa:
    Penso che non aggiornerò più a cuor leggero se ci sono candidate le glibc…

    @ Benji:
    Sono d’accordo: sperimento solo sul portatile (lo uso quasi solo io), mentre sul fisso dove ho i dati importanti uso Gutsy con backup settimanale (cronjob per il venerdì alle 17, quindi tra un paio d’ore), mentre sul server vado di Etch anch’io.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *