Categorie
Computer Internet

Fastweb Fibra 1000 FTTH GPON senza modem FASTGate

Fibra 1000 FTTH GPON senza FastGate? Possibile, ma rinunciando alla fonia.

Fin da quando ho attivato la linea Fibra 1000 con Fastweb (quindi con la fibra fino in casa, non come la FTTC che spesso viene impropriamente chiamata anch’essa fibra), avevo in mente una sola cosa: togliere di mezzo il FASTGate e utilizzare il mio router con pfSense.

La bella notizia è che è possibile, fonia a parte.

Io ho una linea solo internet, senza telefono, quindi per me il problema non si pone.

Il FASTGate non è dotato direttamente di una porta in fibra GPON, ma si affida ad uno stick SFP GPON da inserire laterlamente. La cosa è tutto sommato positiva: salvo qualche problema di compatibilità, SFP è uno standard, quindi possiamo usare questo stick approvato da Fastweb per effettuare la connessione, e usare qualcosa a valle per trasformare il collegamento in una banale Ethernet.

Dopo lunghe ricerche e qualche ora di tentativi, ecco la lista del necessario per poter utilizzare la nostra fibra senza bisogno di passare per il modem di Fastweb, che per quanto valido lascia molto a desiderare in termini di configurabilità.

Cosa serve

  • Media converter da SFP ad Ethernet. Io ho usato questo TP-Link MC220L preso su Amazon a soli 28 euro. Nota bene: quello specifico modello ha un selettore con due posizioni, “auto” e “force” per la velocità dello stock SFP e deve essere messo su “auto”, altrimenti non funzionerà.
  • MAC Address WAN del FASTGate (disponibile nella sua interfaccia web e stampato sull’etichetta sul retro).
  • Router in grado di inviare l’Option 60 [1] [2] con la richiesta DHCP. L’opzione deve essere inviata con il valore askey_HW_ES1_SW_0.00.47/dslforum.org. Io ho seguito la procedura con pfSense, un mio collega con un router DD-WRT, e funziona perfettamente ad entrambi.

Cosa fare

  • Clonare sull’interfaccia WAN del proprio router il MAC Address.
  • Impostare l’opzione 60 (vendor class identifier) esattamente alla stringa sopra riportata, qualunque altra stringa non funzionerà.
  • Collegare il media converter alla fibra, al router, e accenderlo.

Note

Il mio FASTGate è un Technicolor DGA4131FWB, e davo per scontato di dover utilizzare la stringa specifica per questo modello, e non quella per l’Askey, l’altro produttore che realizza i modem per Fastweb. Errore: la stringa necessaria è quella dell’Askey. Ad ogni modo riporto anche quella per il Technicolor, dovesse servire in futuro: Technicolor_DGA4131FWB/dslforum.org.

Fastweb sarà contenta della cosa? Francamente, non mi interessa. Come cliente ritengo di avere tutto il diritto di usare il router che più mi aggrada, e l’AGCOM sembra concordare con me: l’1 agosto 2018, infatti, con la delibera 348/18/CONS ha decretato esattamente questo. Anzi, i provider devono fornire tutte queste informazioni in maniera chiara e trasparente, il che apre qualche barlume di speranza per la fonia, dopo i 120 giorni di tempo che sono stati concessi agli ISP per adeguarsi.

Fonti

Le fonti dalle quali ho raccolto queste informazioni sono molte e variegate, ma principalmente il forum ospitato da Fastweb stessa (!) e quello di Hardware Upgrade. Ringrazio tutti gli utenti che hanno contribuito con qualche dritta che mi ha permesso di riassumere il tutto in questo piccolo articolo.

Bonus: la configurazione con pfSense

  • Impostare l’interfaccia WAN come DHCP in IPv4
  • Inserire il MAC Address del FASTGate come MAC dell’interfaccia (io l’ho messo anche in hostname nella DHCP Client Configuration, ma penso non sia necessario)
  • Inserire la stringa dhcp-class-identifier "askey_HW_ES1_SW_0.00.47/dslforum.org" nel campo Send options della sezione Lease Requirements and Requests

Opzionalmente, per IPv6, se lo desiderate e l’avete abilitato dalla vostra area cliente:

  • Impostare l’interfaccia WAN come 6rd Tunnel
  • Nella sezione 6RD Configuration inserire questi dati:
    • 6RD Prefix: 2001:b07::/32
    • 6RD Border relay: 81.208.50.214
    • 6RD IPv4 Prefix length: 0
  • Impostare l’interfaccia LAN come Track interface nella configurazione di IPv6, e farle tracciare l’interfaccia LAN

A seguire uno screenshot della mia configurazione dell’interfaccia WAN.

Bonus: la configurazione con DD-WRT

Anche con DD-WRT la configurazione è molto semplice: è sufficiente clonare il MAC Address del FASTGate sulla porta WAN del router (che va impostata in modalità DHCP), e inserire la magica stringa askey_HW_ES1_SW_0.00.47/dslforum.org nel campo “Set Vendorclass” della sezione “DHCP Client” nella pagina “Services“.

Bonus: la configurazione con Ubiquiti EdgeRouter

Ringrazio Paolo_83 per aver indicato i comandi da eseguire sui router della linea EdgeRouter per poter clonare il MAC Address e inviare l’opzione 60 del DHCP.

Da CLI o SSH lanciate i comandi:

configure
set interfaces ethernet eth0 mac XX:XX:XX:XX:XX:XX
set interfaces ethernet eth0 dhcp-options client-option “send vendor-class-identifier "askey_HW_ES1_SW_0.00.67/dslforum.org";”
commit
save;
exit

Chiaramente dovrete inserire il MAC address del vostro FASTGate al posto di XX:XX:XX:XX:XX:XX.

Con questi 3 ingredienti l’operazione è abbastanza semplice: si clona il MAC Address del FASTGate sulla porta WAN del router, si imposta l’opzione 60 con la stringa riportata sopra, e stop: si riceverà il lease dell’indirizzo senza bisogno di ulteriori configurazioni. Senza tale opzione, invece, non si riceverà risposta dal DHCP.

128 risposte su “Fastweb Fibra 1000 FTTH GPON senza modem FASTGate”

Un amico l’ha fatto, basta un media converter come il TP-Link linkato nell’articolo e poi ci si può attenere alle istruzioni fornite da Tim (cioè PPPoE su VLAN 835). Oppure puoi direttamente collegare il tuo router in ethernet al Tim Hub e impostare sul tuo router la PPPoE, usando di fatto il Tim Hub come un enorme media converter: un IP pubblico verrà comunque assegnato al tuo router.
Il mio amico però ha riscontrato che la velocità risulta strozzata, in particolare in upload, instaurando una connessione PPPoE, a differenza di quanto accade a quella stabilita dal Tim Hub. Sembra che ci vogliano delle credenziali specifiche per aggirare questo limite, ad ogni modo puoi sicuramente fare un tentativo a costo zero collegandoti in PPPoE al Tim Hub.

Ciao, bellissimo articolo, ancora molto attuale vista la latitanza di Fastweb a conformarsi alla direttiva AGCOM.
Domanda, io ho un EdgeRouter LITE che monta EdgeMAX, ho la possibilità di configurarlo anche da linea di comando.
Qualcuno ha provato o sa dove inserire il MAC Clone e l’opzione 60?
Grazie!

purtroppo adesso stanno installando nuovi hag dove il modulo SFP non c’è più.
hanno già la porta gpon integrata… quindi per i nuovi clienti o chi deve sostituire il proprio hag, questo bel metodo tramite media converter se ne va a pallini… 🙁

Ciao a tutti, per quanto riguarda il router Ubiquiti EdgeRouter Lite, non ho ancora provato, ma cercando in rete l’operazione dovrebbe essere possibile.

Per clonare il MAC Adress e inserire l’opzione 60 del DHCP si accede alla CLI e si eseguono i seguenti comandi di configurazione:

configure
set interfaces ethernet eth0 mac 00:00:00:00:00:01
set interfaces ethernet eth0 dhcp-options client-option “send vendor-class-identifier
commit
save;

eth0 è la porta WAN ovviamente.

Non ho ancora provato, ma se qualcuno lo ha fatto potrebbe dire la sua.
Grazie!

Ciao a tutti, avevo chiesto se qualcuno lo aveva fatto già, ma non avendo avuto risposta presumo di no, avendolo fatto io ieri, volevo riportare come configurare il tutto su un Ubiquiti EdgeRouter, nel mio caso LITE.

Dalla CLI o da SSH si digitano i seguenti comandi.

Per clonare il MAC address:
configure
set interfaces ethernet eth0 mac XX:XX:XX:XX:XX:XX
commit
save;
exit

Per inviare l’opzione 60:
configure
set interfaces ethernet eth0 dhcp-options client-option “send vendor-class-identifier "askey_HW_ES1_SW_0.00.67/dslforum.org";”
commit
save;
exit

Ho inserito i due comandi separatamente per chiarezza, è evidente che entrati in modalità di configurazione possono essere eseguiti successivamente senza uscire e rientrare.

Spero sia utile a qualcuno.
Ciao

Se serve posso postare l’estratto del config.json per gli usg sempre ubiquiti.

(anche se ad essere sinceri, alla prima connessione (o dopo diverse ore disconnesso) devo prima mandargli un arp, altrimenti il dhcp non mi assegna l’ip, non ho indagato a fondo peró. Una volta preso l’ip poi funziona tutto a dovere)

Ciao a tutti. Mi sono finalmente deciso a prendere il router open source Turris Omnia che ho preferito ad altre soluzioni per via della massima configurabilità incluso l’hardware dove ho aggiunto un disco ssd msata e dove girano felicemente due container linux: il pi-hole per privacy e blocco pubblicità insieme ad un gentoo per esperimenti vari e dove è possibile personalizzare i led (traffico/adblock ecc.).

Il router include già una porta SFP e volevo provare ad eliminare il fastgate ma mi servirebbe capire quale modulo SFP va aggiunto. Qualcuno potrebbe darmi le specifiche cosi provo a cercarlo?

Grazie.

Ciao,
Vorrei fare anche io la stessa cosa eliminando il fastgate.
Ma lo stick che usi per connettere la fibra al tp link qual’è? Dove si compra ?
Grazie

Devi usare lo stick fornito con il FASTGate, se è estraibile. Se hai il FASTGate con attacco fibra diretto, senza modulo SFP laterale, temo non sia possibile bypassarlo, perché lo specifico seriale dello stick (oltre al MAC Address) sono utilizzati per l’autenticazione.

Devi usare lo stick fornito con il FASTGate, se è estraibile. Se hai il FASTGate con attacco fibra diretto, senza modulo SFP laterale, temo non sia possibile bypassarlo, perché lo specifico seriale dello stick (oltre al MAC Address) sono utilizzati per l’autenticazione.

Eh sií, il mio Fastgate ha l’attacco diretto, che peccato!
Grazie lo stesso

Scusa..ma secondo te se trovassi un adattatore per convertire la fibra in rj45 potrei usare un modem esterno? Grazie

In teoria con un ont esterno potresti, ma dovresti clonare il seriale (e questo è facile, dovrebbe essere scritto sul fastgate) ma poi credo serva pure una password o cmq una autenticazione all’olt

cmq confermo che Fastweb non fornisce alcun supporto o spiegazione. Ieri sono riuscito a parlare con i tecnici, spiegando che il mio modello di fastagate non ha il modulo SFP ma ha l’ingresso diretto per il connettore ottico e che quindi non potevo usare il Fritz 3490 nonostante fosse indicato sul loro sito come modem compatibile.
Mi hanno risposto “è un suo problema”. Non ho parole

> Il router include già una porta SFP e volevo provare ad eliminare il fastgate ma mi servirebbe capire quale modulo SFP va aggiunto. Qualcuno potrebbe darmi le specifiche cosi provo a cercarlo?

Anche io ho una TIM FTTH. Sto usando usando un mikrotik collegato a valle del loro GPON. Il mio router è munito di gabbia SFP ed anche io vorrei non utilizzare il GPON fornito dall’operatore ma collegare la fibra direttamente al mikrotik.

Qualcuno ha idea di come verificare la compatibilità (es, lunghezza d’onda) di un modulo SFP con la fibra di un’operatore ?

Salve io ho il fastgate con fibra integrata GPON senza sfp. Se comprassi un vecchio fastgate con relativo sfp qualcuno se questo potrebbe funzionare sulla mia linea?

No, perché lo stick SFP avrebbe seriale diverso da quello del tuo FASTGate.
Ti servirebbe un ONT in grado di cambiare il seriale, perché è necessario che sia lo stesso del FASTGate (in aggiunta al MAC Address) affinché la linea funzioni.

Ciao Luca grazie per la risposta, ti conosci qualche ONT in grado di cambiare seriale? ad esempio girando in rete ho trovato questo: https://blog.onedefence.com/index.html%3Fp=158.html pensi che potrebbe andare? Pensi che cambiare seriale sia sufficiente? In alcuni post ho letto che forse ci vuole la anche la password, ma quella non c’è scritta sull’etichetta del fastgate. Tu hai mai provato a cambiare seriale su un ONT?

Grazie.

Ciao Marco,
quell’Ubiquiti era proprio quello che ti avrei consigliato. Io stesso sto attivando un’altra linea FTTH Fastweb e al 99% riceverò il FASTGate senza stick SFP quindi dovrò seguire la stessa strada.
Sullo stesso blog mi ero segnato questo articolo che spiega come modificare il firmware per rendere permanente il cambio di seriale.

Si avevo visto, resterebbe il dubbio della password. Fammi sapere se ci riesci. Grazie. L’ideale sarebbe capire se su un sfp fastweb si potesse cambiare il sn così l’eventuale password rimarrebbe in memoria, se avessi qualche foto interna sarebbe interessante capire c’è un eeprom spi o i2c da riprogrammare esternamente.

Però occhio alla compatibilità OLT ONT.
Non tutti gli ont sono compatibili con l’olt.
So (o almeno sapevo) che l’ubiquity non è compatibile con tutti gli olt che abbiamo in italia. (Alcatel mi pareva non compatibile)

Ho appena attivato contratto FTTH anche io con Fastweb e 9/10 riceverò sicuramente un modem senza stick estraibile, la cosa mi irrita abbastanza.
Ora sto cercando in rete qualcuno che venda un “vecchio” modem con lo stick estraibile… In teoria se dovessi averlo PRIMA che il tecnico venga a fare il lavoro… Potrei fagli attivare in centrale quel particolare modulo.

Se trovate strade alternative… Fatevi avanti! 🙂

Stefano provaci, ma credo sia difficile. Prima cosa nel mio caso sono venuti il giorno prima a fare un sopraluogo perché in precedenza c’erano stati problemi con la fibra, quando hanno visto che era tutto ok il giorno dopo mi hanno portato il modem già pronto con il sn inserito in centrale in quanto appena l’hanno attaccato già si navigava. Seconda cosa è quasi impossibile trovare in giro un sfp fastweb, in quanto con la vecchia procedura li portava il tecnico quando attivava la linea invece il fastgate lo inviavano a casa, percui non tutti quelli che hanno un fastgate da vendere hanno anche il modulino. Secondo me una cosa che puoi provare a fare quando il tecnico ti chiama per confermare l’appuntamento (di solito il giorno prima), poiché ti chiama proprio il tecnico che fa il lavoro, puoi provare a chiedere se ha ancora il vecchio modello. Facci sapere come và.

In realtà ho proprio trovato dei modem usati con modulo estraibile… Sono in trattative ma non me li vendono sicuramente a poco.
Stavo già pensando di chiedere al tecnico di portarmi un vecchio modem ma potrebbero anche non averlo in magazzino e quindi rimarrei fregato.

Se come dici tu mi arrivano a casa con il modem e il sn in centrale già inserito l’unica possibilità rimane davvero quella di usare un Unifi NanoG, posto che al momento nessuno sa se questa cosa può funzionare.

Vi tengo aggiornati se ho novità

Oggi, dopo la notizia che Vodafone ha rilasciato i paramentri per la fonia ho chiamato, 2 volte, il call center di Fastweb per capire se e come fare per la fonia.
Alla fine mi hanno detto che l’unico parametro che serve è il MAC Adress del nuovo Modem/Router.
Lo si comunica, loro lo inseriscono nel database e funziona.
Pare strano…
In teoria se si clona il MAC Adress del FastGate dovrebbe poter funzionare lo stesso…
Qualcuno ha modo di provare con qualche Modem/Router terzo (Fritz o altro)?

Deve essere necessario anche il seriale dell’adattatore GPON, senza quello non si può fare l’autenticazione a livello OLT.

Sembra comunque che qualcosa si muova, infatti ho scambiato qualche mail con Marco, che ha commentato qualche settimana fa. Ha comprato uno stick SFP Technicolor dello stesso tipo fornito da Fastweb fino a qualche tempo fa, lo stesso che uso per questa guida, salvo il dettaglio che ha comprato la variante usata da Tim. La sua ultima mail dice:

Ieri sera a seguito del mio reclamo mi ha chiamato Fastweb e mi ha detto che inoltrava la richiesta di utilizzo del mio apparato ai tecnici di secondo livello. Stamattina mi ha chiamato un tecnico e mi ha chiesto quando ero in casa perché sarebbe venuto a configurare il mio apparato, mi ha chiesto MAC e modello apparato, poi parlandoci mi ha spiegato che avrebbe preso il GPON SN dal mio apparato e lo avrebbe inserito in centrale, gli ho spiegato che ho un SFP Technicolor e mi ha detto che non c’erano problemi, era molto disponibile abbiamo fissato l’appuntamento per sabato 25 maggio […], ti faccio sapere cosa succede.

Ciao a tutti,

ho acquistato l’MC220l (la revison hardware è la V.4) e sto provando a configurarlo con Fastweb Fibra 100/50 FTTH e modem Netgear D6400.

Configuro il modem come descritto, option 60 suggerita e mac address clonato della wan del Fastgate (modello RTV1907VW) ma non va.

Quello che not è che il led dell’FX link non si accende (nessun problema lato ethernet). Ho provato, oltre alla GBIC fornita con il Fastgate altre 4 GBIC di vari produttori e velocità (il Fastgate funziona anche con le tre GBIC, di cui due 10Gbit).

Possibile che vi sia un’incompatibilità a monte tra la FTTH 100 e che il metodo sia valido solo per la 1000?

Ciao a tutti, dopo qualche bestemmia sono riuscito anche io con l’Ubiquiti Edge Router SFP, con la GBIC Nokia che era attaccata al router fastweb ASKEY RTV1907VW-D228 collegata diretta – no media converter.

Nel mio caso la configurazione funzionante è stata “askey_HW_ES1_SW_0.00.81/dslforum.org”:

Per clonare il MAC address:
configure
set interfaces ethernet eth0 mac XX:XX:XX:XX:XX:XX
commit
save;
exit

Per inviare l’opzione 60:
configure
set interfaces ethernet eth0 dhcp-options client-option “send vendor-class-identifier "askey_HW_ES1_SW_0.00.81/dslforum.org";”
commit
save;
exit

Chiamato oggi Fastweb facendo notare che vorrei essere ricontattato da dei “veri tecnici” per utilizzare il router che voglio su GPON, come previsto sulla loro pagina altri-modem. Finalmente mi chiama un tecnico, mercoledì prossimo viene un tecnico Fastweb GRATUITAMENTE a portare un ONT esterno, di marca ZTE, in sostituzione del router Fastweb dove in cascata posso collegare qualsiasi router che voglio. Vi aggiorno dopo Mercoledì. ?

Ho ottenuto la stessa cosa un paio di settimane fa, e il tecnico si è presentato sia con un nuovo FASTGate (sempre con GPON incorporato) flashato in modalità bridge (qualsiasi cosa si connetta sulla presa LAN 4 riceve dal DHCP l’indirizzo pubblico), sia con l’ONT ZTE.
Peccato che il tecnico non avesse idea di cosa stesse facendo e si sia fatto guidare dalla signorina al telefono, che gli ha fatto indicare il seriale GPON del FASTGate e quindi mi tocca usare quello, molto più ingombrante dell’ONT ZTE. La funzionalità c’è ma l’ingombro è importante, e probabilmente anche il consumo elettrico è maggiore.

Io se fossi in te l’avrei mandato via..na porcata che non si può vedere. Uno dei motivi per cui cambio è proprio perche nell’armadio il fastgate non ci sta… speriamo in bene. In realtà per moltissimi altri motivi ; ).
Io ho provato Mikrotik rb4011 con l’sfp di tecnicolor (quello de fastgate) si allinea perfettamente ma non prende in alcun modo il dhcp. Il tecnico che mi ha comunicato l’appuntamento mi ha detto che hanno loro un flag sul loro dhcp server che non permette il cambio..mi sembra una caxxata..bah staremo a vedere mercoledì.

Allora… Vi racconto una storia:
Giovedì alle 18.30 chiamo Fastweb per sapere se il giorno dopo (venerdì 14) sarebbero venuti come da appuntamento (visto che è la quarta volta che mi disdicono appuntamento senza avvisarmi) per l’installazione della fibra. Ovviamente la gentile signorina mi dice che hanno disdetto l’appuntamento e che qualcuno avrebbe dovuto chiamarmi. Mi rassegno, chiamo in ufficio, mi faccio togliere il permesso di 2 ore (dalle 9 alle 11 del mattino) e torno a casa.
Il giorno dopo vado in ufficio e alle 10 mi chiama un tecnico dicendo di essere fuori da casa mia. Prendo l’auto e sgommo a casa dove in effetti trovo un tecnico per l’installazione.
Il cavo viene tirato correttamente ma… Rilevano un’inversione sulla tratta! Per cui a quanto pare chi ha fatto i lavori ha invertito le tratte e di conseguenza è come se stessi provando ad autenticarmi sulla fibra Telecom!
Inutile dire che ora devo aspettare UN ALTRO TECNICO per l’intervento risolutivo. POI potrò richiedere modem libero, visto che al momento mi hanno mollato li il Fastgate.

La sagra dell’incompetenza Fastweb continua.

P.S. Sabato mi ha chiamato Fastweb per fissare un nuovo appuntamento per la stesura del cavo… Manco si sono accorti di averlo già fatto.

Venuti stamattina, un po in ritardo come al solito senza avvisare, il ragazzo non sapeva manco cosa fare. Con il suo servizio tecnico al telefono hanno attivato tutto. In pratica hanno sostituito il mac address del tranceiver sfp GPON con quello di un nuovo scatoletto Huawei ONT, una volta fatto la fibra si è allineata senza problemi, poi hanno sistemato qualcosa sul loro DHCP server, risultato:
qualsiasi cosa connetto all’ONT ricevo in DHCP, senza alcuna opzione di DHCP (ho solo la hostname e il clientID) senza comunicare nessun mac-address (anzi ho spiegato che il router che ho è provvisorio e voglio poterlo cambiare QUANDO VOGLIO), l’indirirzzo IP pubblico IPv4 senza problemi. per l’IPv6 mi hanno detto che non sono ancora pronti..vedremo in futuro. per ora mi sono tolto il fastgate che era un caterpillar enorme e nell’armadio non ci stava. Router libero! ? buona fortuna a tutti voi. A presto

Per IPv6 continua a funzionare tutto come prima, 6rd configurato come in questa guida, niente IPv6 nativo per ora.

@kaneda79 anche io nella tua stessa situazione: connessione 100/50, MC220L V4 e led FX che non si accende, l’unica differenza è che io sto usando un EdgeRouter-X invece del Netgear.

@kipters: ti confermo che il media converter negozia solo a 1000. Ne ho avuto la prova provata quando è venuta fastweb a farmi l’upgrade dalla 100/50 alla 1000/200 (gpon). Da quel mkmento il media converter ha agganciato la linea. Dal punto di vista delle prestazioni sono le medesime che ho con il fastgate.

Ciao, ho appena fatto l’upgrade alla FTTH 1000 GPON di Fastweb e il modem Technicolor (che ho sempre odiato e vorrei cambiare col mio Fritzbox) non ha appunto lo stick ONT estraibile ma sono presenti MAC address sia del modem che dell’ONT, sia la password, quindi, almeno teoricamente avrei tutto quello che mi serve per passare ad un mio router. Scrivo qui nel caso qualcuno faccia qualche esperimento su procedura e strumenti utilizzati e la voglia poi condividere. Grazie. ps: leggendo in giro mi è venuta una mezza idea di lasciar perdere anche il Fritzbox e fare il tutto con Pfsense su un piccolo server virtuale con porta ma non essendo un tecnico aspetto opinioni in merito.

Devi chiedere che ti forniscano l’ONT per il modem libero, lo fanno gratuitamente. Poi puoi collegare ciò che vuoi.
Io l’ho richiesto e uso pfSense come router virtualizzato tramite Proxmox.

Grazia mille! in realtà l’idea sarebbe proprio un vm Pfsense sul mio server Proxmox. A questo punto ti chiedo se riesci a postarmi un link con un tutorial e se hai fatto richiesta a FW tramite numero verde, perché io ho parlato con un tecnico che mi diceva che lui sa di cosa si tratta ma dovevo chiedere al commerciale e il commerciale chiaramente non ne capisce nulla, quindi, come temevo, mi hanno rimpallato fra loro… Grazie ancora, ciao.

Gli ho mandato questo DM su Twitter:

Buongiorno, avrei 2 richieste:
– attivazione IP pubblico
– fornitura di ONT che permetta di usare un router di mia proprietà, in ottemperanza alla delibera Agcom riguardante il modem libero

Non ho un tutorial specifico che ho usato, ma immagino ce ne siano molti riguardo a pfsense su proxmox. Unica cosa per reggere un gigabit virtualizzato serve un server discreto.

Ok benissimo, in effetti l’Ip fisso l’ho già ottenuto ma non ero riuscito a ottenere il convertitore, proprio perché sembrava che chi sapeva, i tecnici, non potesse far nulla e chi poteva non ne sapesse nulla… Scrivo subito su Twitter e vediamo un po’… il mio server ha un G4560 con 32 gb di Ram, se mi arriva l’ONT farò qualche esperimento. Mille grazie ancora.

Ma a tutti voi la corrente costa cosi poco a casa o la rubate dal vicino? Un pc dedicato per fare da routing….oltre all’impatto ambientale…mi sembra sprecato…ovvio se poi il server fa anche altro ben venga ? (se poi è proxmox ben venga ancora meglio). Pero basta un synology router, un buon ubiquiti o ancora meglio un mikrotik e con basso consumo e pochi soldi si risolve senza la centrale nucleare a casa ? , senza legarsi a vendor (cisco, linksys, netgear, etc..) che vendono roba gia vecchia limitata e in-aggiornabile dopo pochi mesi dalla loro uscita…

Uso questo mini pc, e ne ho misurato il consumo: 5W in idle, direi comparabile con altri router.
Inoltre per il tipo di networking di cui ho bisogno, a partire dalle 3 VPN permanentemente attive, gestione dei DNS specifiche per ciascuna (es le richieste i domini .casa devono essere girate verso un server raggiungibile tramite una di queste VPN, ecc), VLAN in bridge con VPN layer 2, e non solo, mi trovo molto bene con pfSense e ho preferito una soluzione che mi consentisse di sfruttarlo.
Ricordiamoci sempre che le necessità di ciascuno di noi non sono le stesse che può avere qualcun altro ?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *